2 hours ago

Global Enertech Srl

Il 2019 è stato l’anno nero per la Groenlandia, che da gennaio ha già perso 240 miliardi di tonnellate di ghiaccio.

Una cifra molto vicina a quella record del 2012, anno in cui a sciogliersi sono state 290 miliardi di tonnellate.
Il motivo? L’ondata di caldo anomala che quest’anno ha colpito anche i luoghi freddi, facendo raggiungere, solo nell'isola, i 22 gradi, una temperatura decisamente insostenibile per gli ecosistemi del luogo. Inoltre, nel corso dell’inverno appena passato le precipitazioni solide sono state molto poche, privando il Paese della neve fresca che in casi di caldo eccessivo funge da strato protettivo per il permafrost.

Secondo gli esperti, lo scioglimento dei ghiacci della sola Groenlandia farà innalzare le acque oceaniche tra i 5 e i 33 centimetri entro il 2100.
... See MoreSee Less

View on Facebook

3 days ago

Global Enertech Srl

Ogni piccolo gesto è importante per il nostro pianeta facciamo ognuno di noi la nostra parte

buon #ferragosto da tutti noi 🏖
#iomirifiutoE tu la fai la tua parte? Scendi in spiaggia, armati di forza di volontà, raccogli un rifiuto e scatta una foto.

Ogni gesto a favore dell'ambiente condiviso con l'hashtag #iomirifiuto farà parte della nostra missione: fanpa.ge/LaokY
... See MoreSee Less

View on Facebook

Riassunto delle ultime due settimane, per i distratti:
[1] La Groenlandia perde 11 miliardi di tonnellate di ghiaccio al giorno
[2] Entro pochi decenni potremmo dire addio ai ghiacciai delle Alpi
[3] La Siberia sta andando a fuoco mandando tonnellate di gas serra nell'atmosfera (e continua)
[4] Lo scorso luglio è stato il mese più caldo mai registrato. Di sempre.
[5] Tra una ventina di anni l'artico potrebbe restare senza ghiacci
[6] Il nuovo governo brasiliano ha duplicato il disboscamento dell'Amazzonia
[7] Presto un quarto della popolazione mondiale rimarrà senza acqua
[8] Il cambiamento climatico destabilizzerà la geopolitica nel breve termine (surprise!)
[9] Parti del pianeta densamente popolate saranno invivibili a causa del caldo

Notate che fino a qualche anno fa si parlava di fenomeni attesi per il 2100, mentre adesso stiamo parlando del 2030-2050, cioè di dopodomani.
E parliamo di estinzione - veramente - con un finale davvero poco piacevole.
L'agenda politica della maggior parte dei paesi nemmeno sfiora questi problemi, mentre noi assuefatti non abbiamo idea di dove iniziare per cambiare le cose, a conferma che «così finisce il mondo / non in un baccano ma in un piagnisteo».

[Galselo Wrapsy]
m.facebook.com/story.php?story_fbid=10156966955153889&id=756048888

-----------
[1] www.agi.it/…/groenlandia_scioglime…/news/2019-08-03/
[2] www.open.online/…/surriscaldamento-globale-ghiaccia…
[3] www.internazionale.it/…/incendi-circolo-polare-arti…
[4] www.ilpost.it/…/luglio-mese-piu-caldo-mai-registra…/
[5] www.theguardian.com/…/oceans-demise-the-end-of-the-…
[6] www.ilpost.it/2019/07/29/amazzonia-bolsonaro/
[7] www.ilpost.it/2019/08/07/crisi-idrica/
[8] www.repubblica.it/…/ipcc_cambiamento_clima_aumente…/
[9] www.nytimes.com/…/clima…/india-heat-wave-summer.html
... See MoreSee Less

View on Facebook